Less is Better

Attraverso la socializzazione all’alcool,  i giovani familiarizzano con le bevande alcoliche (principalmente birra e cocktails, un pò meno vino). Sono le norme sociali che definiscono cosa e quando bere. Inizialmente attraverso la cultura di appartenenza, guardando agli adulti del nucleo familiare, poi attraverso le prime esperienze personali, generalmente di gruppo. 

La cultura del bere italiana, si é sempre riferita  al bere alimentare, conviviale, con un consumo maggiore durante i pasti. Negli ultimi anni invece, i giovani si sono avvicinati ad una cultura più anglosassone, con un incremento di uso di alcolici nell’età adolescenziale/giovanile, e successivi comportamenti di abuso e dipendenza da alcool. Per queste ragioni si cerca continuamente di sviluppare politiche di prevenzione che tengano conto delle specificità culturali e dell’età di chi si approccia all’alcool. Prevenzione dovrebbe essere non solo lo spot pubblicitario che mette in guardia dal guidare ubriachi, ma vere e proprie campagne di informazione presso le scuole, in cui viene spiegato alle persone cosa succede all’organismo dopo aver bevuto. 

Quello che sicuramente i giovani non sanno, e che dovrebbero invece sapere sono i danni che l’alcool genera all’organismo. 

Alcoliche, Bevande, Spiriti, AlcoolUn pò di numeri

L’uso di alcol nel 2012 ha causato nel mondo 3,3 milioni di morti, ossia il 5,9% di tutti i decessi (7,6% uomini e il 4,0% donne) e il 5,1% degli anni di vita persi a causa di malattia, disabilità o morte prematura (Disability Adjusted Life Years, DALYs

Come agisce l’alcol

Oltre a essere tossico e potenzialmente cancerogeno, l’alcol induce dipendenza. Causa danni diretti alle cellule di molti organi, soprattutto fegato, sistema nervoso centrale e cervello.

E’ assorbito per il 2% dallo stomaco e per il restante 80% dalla prima parte dell’intestino. Passa quindi nel sangue e dal sangue al fegato, che lo distrugge  tramite un enzima chiamato alcol-deidrogenasi.  Questo processo è legato alle condizioni fisiologiche individuali e varia in base a sesso ed età. Non funziona assolutamente prima dei 16 anni ! Ecco perchè ingerire alcol è pericoloso per un bambino e e per un adolescente.

Dopo i 65 anni si perde gradualmente la capacità di smaltire l’alcol e le donne hanno la metà della capacità di smaltirlo rispetto agli uomini, a tutte le età.

I danni 

Cocktail, Drink, Vetro, Alcool, Bevande

Il consumo di alcool aumenta il rischio di : cirrosi epatica, pancreatite, tumori maligni e benigni, epilessia, disfunzioni sessuali, demenza, ansia, depressione.

Inoltre è causa di danni cosiddetti alcol-correlati), dovuti a comportamenti a rischio, quali infortuni sul lavoro, episodi di violenza domestica, incidenti stradali.

Si stima che in Europa sia dovuto all’uso  di alcol il 25% dei decessi tra i ragazzi di 15-29 e il 10% dei decessi tra le ragazze di pari età.

Una statistica terribile, vero? 

Essere protagonisti della propria vita 

Calce, Soda Club, Drink, Cocktail, Succo

Partiamo  dallo slogan Less is better (Meno è meglio),  e diventiamo più consapevoli della necessità di  non superare mai 10 grammi di alcol puro al giorno tenendo conto delle differenziazioni di genere e di età. 

Rendiamoci conto che:

  • bere non è più una trasgressione, ma un terribile conformismo. L’alcol non sostituisce i divertimenti, nè l’entusiasmo per la vita.
  • La passione e l’allegria sono dentro di noi, non li abbiamo dopo aver bevuto.
  • L’alcool ci fa sembrare più disinibiti, ma non dà forza, né carattere.
  • Non entriamo a far parte del gruppo se beviamo. Se beviamo siamo solo sfigati. 
  • La dipendenza da alcool non si gestisce. 

Schede di approfondimento

 

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail
Facebooktwittergoogle_pluslinkedinrssyoutube

Be the first to comment

Leave a Reply