Come essere calmi e felici sul posto di lavoro

Non tutti hanno la fortuna di lavorare dove lavoro io… cioè in un posto dove si ride, si scherza, ma con la giusta concentrazione lavorativa. Ci sono luoghi di lavoro dove lo stress è palpabile. Lo si avverte mentre si attraversano i corridoi, dai volti dei colleghi, dal silenzio troppo rumoroso…. 

Sul Posto Di Lavoro, Squadra

Il nostro corpo si adatta immediatamente al clima che ci circonda. I movimenti diventano impacciati, il petto si strige e – come in un film di zombie, si cerca disperatamente di non respirare, di non fare rumori, per non essere contagiati….

Questa atmosfera riesce ad insinuarsi dentro di noi, spesso rovinando la nostra giornata…. 🙁

E’ stato dimostrato che lo stress è contagioso.  La tensione cattura altre persone attraverso le loro emozioni.  Appena entriamo in ufficio, si innescano una serie di reazioni fisiologiche alla quali sembra impossibile resistere.

Riprendere il controllo

Persone, Riunione, Silhouette, Cafe

Pur essendo sempre consapevoli dell’energia presente sul posto di lavoro si può imparare a prenderne il controllo, e non solo! Resistendo alla diffusione del contagio di stress , si può diventare l’antidoto per gli altri.

In un gruppo di cinque persone, è sufficiente che una sola persona sia in armonia, per influenzare l’intero gruppo in modo positivo.

La più semplice delle azioni? Tenere la testa alta, avendo un contatto visivo con i colleghi e  sorridendo mentre si parla con loro.

Anche un semplice ciao può fare una grande differenza.

Accordo, Bevande, Brainstorming, Rottura

Nel mondo moderno siamo tutti talmente stressati!

Perchè non usare strategie intenzionali per resistere allo stress, come ad esempio la consapevolezza?

Esempio: all’inizio della vostra giornata, fate una lista mentale di tutte le cose che date spesso per scontato. Dai membri della famiglia, alla macchina, all’acqua fresca. Lo avete fatto? Bene. Rileggetelo. Adesso rileggetelo nuovamente soffermandovi sui tratti del vostro volto. Eh sì, state davvero sorridendo….

Vi suggeriamo un’altra strategia intenzionale:

concentratevi su ciò che sapete di poter influenzare  lasciate perdere quello che non potete influenzare. 

Credo che si possano trovare molteplici strategie creative, diverse e adattabili alla nostra personalità.

A me piace l’umorismo, quindi l’utilizzo di metafore ed immagini, mi è utile per allontanare le emozioni negative.

La strategia ‘tuta spaziale’

Tuta Spaziale, Astronauta, Mondo, TerraAd ognuno la sua strategia. Un carissimo amico utilizza  sul posto di lavoro la strategia ‘tuta spaziale’…!? e – non ci crederete – sostiene che sia davvero efficace!

Immaginate  un astronauta che indossa un abito di alta tecnologia, che nessuno può toccare; quindi la negatività delle altre persone rimbalza su di lui, lasciandolo inalterato. Vi fa ridere? Bene. Adesso immaginate di essere quell’astronauta. Oggi i colleghi vi stressano? Il capo grida? Basterà chiudere gli occhi, indossare la tuta e ..voleranno via, nello spazio!

Avete un cane? Utilizzatelo come ispirazione…. io a volte, mentre passeggio con il mio cane, ripenso a cosa non ho fatto, a cosa devo fare, a cosa ho potuto fare. Poi guardo il mio cane e mi chiedo.. a cosa starà pensando? Beh, il mio cane sta pensando esclusivamente alla nostra passeggiata presente Nè a quella passata, nè a quella futura.  Continuare a rivivere un evento che non è andato come volevamo, non fa altro che farci rivivere lo stress di quel momento.

Regola 1 : non controllate i messaggi di lavoro durante il weekend. Il fatto che qualcuno vi scriva, non vuol dire che dobbiate per forza rispondergli. Lo farete lunedì! 

Regola 2: cercate di ‘rompere’ lo stress durante la giornata lavorativa. Uscite a pranzo, chiamate un amico o un’amica. L’importante è parlare di qualcosa che dia al vostro cervello una pausa.

Scoprire la vostra zona  ‘zen’

Zen, Giardino, Meditazione, MonacoUsate confini fisici per mettere in quarantena lo stress.  L’ufficio Open Space è un luogo altamente infettivo. Se una persona ha avuto una brutta giornata, tutti lo sanno,  e l’umore di tutta la squadra ne esce alterato.

Regola 3: se siete nel mezzo di una conversazione negativa, spostatevi in sala riunione o uscite sul balcone, o proponete un caffè al bar, seduti ad un tavolino.  Allenterete sia la vostra  tensione che quella del vostro interlocutore, senza stressare ulteriormente i colleghi.  

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail
Facebooktwittergoogle_pluslinkedinrssyoutube

Be the first to comment

Leave a Reply